Articoli necessari per fare snowboard

Per fare lo snowboard occorrono diversi tipi di articoli i quali risultano essere tutti ottimi e soprattutto in grado di offrire il massimo livello di professionalità ad una persona.
Ecco quali risultano essere i suddetti tipi di articoli.

Elementi per la protezione

Gli articoli potranno essere suddivisi in tre categorie: vi sono quelli per proteggere il corpo, l’abbigliamento classico e quello tecnico.
Per quanto riguarda gli articoli per la protezione del corpo, bisogna mettere in risalto come, in tale categoria, rientrino il casco, il quale deve essere in grado di avvolgere la testa di una persona ed evitare che, in caso di caduta, essa possa subire dei danni e gli occhiali protettivi.
Essi permettono di evitare che, la neve, possa colpire gli occhi di una persona che ama praticare questo genere di attività sportive e possa rendergli impossibile il poter riuscire a divertirsi mentre appunto si pratica lo snowboard.

snowboard-rossignol-angus-magtek-attacchi-cage

Abbigliamento tecnico

Passando per l’abbigliamento tecnico, bisogna mettere in risalto come, in questa categoria, vi siano articoli come ad esempio gli scarponi da snowboard, i quali devono proteggere i piedi di chi vuole praticare questo sport senza però creargli dei fastidi di ogni natura.
Gli agganci accompagnano questi particolari articoli: essi devono necessariamente stringere leggermente il piede e bloccarlo nella tavola evitando che, chi pratica questa disciplina, possa riportare dei danni alle leve inferiori del proprio corpo.
Inoltre bisogna parlare anche della tavola stessa: essa dovrà venire selezionata in base al tipo di ramo di snowboard che si vuole praticare in quanto, ognuno di essi, avrà degli effetti positivi che permetterà, al praticante stesso, di poter ottenere il massimo livello di soddisfazione mentre si diverte con la tavola.

L’abbigliamento classico

Per abbigliamento classico si intende tutti i capi d’abbigliamento che servono a tenere caldo il corpo.
Maglioni, tuta comoda, cuffia, guanti ed altri permetteranno al praticante, di potersi divertire con questa disciplina ed evitare di andare incontro a sbalzi di temperature che potrebbero essere poco piacevoli e che comportano malanni di ogni tipo.
Ovviamente, questo particolare tipo d’abbigliamento deve essere comodo ed in grado di evitare di impedire ogni singolo movimento che deve essere effettuato durante la pratica dello sport.

Amare uno sport estremo

Descrivere le emozioni che si provano durante la pratica di uno sport estremo è decisamente complicato, ma con un pizzico di immaginazione è possibile rendersi conto dei brividi percepibili quando ci si cimenta in tali sport. Tra questi vi è il Bungee Jumping, considerato tra le pratiche più estreme in assoluto. Il Bungee Jumping consiste nel lanciarsi nel vuoto da un ponte, da una piattaforma o da una diga, assicurati da un robusto elastico, il quale viene fissato nelle caviglie del ‘saltatore’.

Il lancio
La prima emozione viene provata durante la preparazione al lancio, quando si realizza che entro pochi secondi si verrà catapultati nel vuoto. Subito dopo il lancio, la sensazione provata equivale a una caduta libera, in cui si raggiunge una velocità che sfiora i 100 chilometri orari. Successivamente entra in funzione l’elastico, che inizialmente consente di allungare dolcemente la corsa, quasi cullando il saltatore. Arrivati a fondo corsa, l’elastico provoca una serie di rimbalzi estremamente adrenalinici, i quali scaturiscono dall’energia cinetica precedentemente accumulata. I rimbalzi diminuiscono gradualmente d’intensità, fino a lasciare il praticante a testa in giù per alcuni secondi, in cui è possibile ammirare il panorama e godere di una sensazione rilassante ed eccitante allo stesso tempo. Il lancio termina con la discesa a terra, eseguita attraverso un sistema dotato di motore elettrico.

SAUT A L'ELASTIQUE

Dove praticare il bungee jumping in Italia:
Sono varie le postazioni fisse presenti in Italia in cui poter praticare il Bungee Jumping. Tra le più importanti vi sono quelle di Vicenza, di Catania, di Imperia, di Terni, di Biella, di Jesolo, di Torino e di Roma. Per praticare il Bungee Jumping non sono richieste particolari abilità fisiche, ma è necessaria l’assenza di patologie cardiache e di altre problematiche che potrebbero causare problemi al praticante.
Per effettuare il lancio si consiglia di rivolgersi esclusivamente a strutture certificate dal SISE, ovvero lo Standard Italiano Sport con Elastici, poiché all’interno dei centri riconosciuti, il salto viene eseguito nella massima sicurezza e con l’utilizzo di attrezzature della migliore qualità possibile. Il costo di un lancio può variare tra gli 80 e i 150 euro.