Il corredo

A differenza del passato, quando ci si sposa, adesso non si da più molta importanza al corredo.

La tradizione, fino ad un po’ di anni fa, voleva che la sposa avesse un corredo pronto da portare nella sua nuova casa.

È una tradizione del passato, secondo alcuni, ma sono ancora molte le persone che ci tengono ad avere un corredo bello e con prodotti di qualità come quelli in vendita sul sito https://pescatorehome.com/.

Nel passato, il corredo era necessario perché quando ci si sposava la biancheria da letto, la biancheria da bagno e la biancheria da cucina scarseggiavano; così, avere un corredo di varia biancheria già pronto permetteva di risparmiare il denaro che, altrimenti, si sarebbe dovuto spendere per tutte queste cose.

In fondo, se ci pensiamo bene, adesso la situazione non è poi cambiata molto: le giovani coppie, quando si sposano, se non hanno un corredo creato con prodotti di qualità non possono certo permetterseli; al massimo, possono acquistare della biancheria, ma di qualità scadente.

Solo perché una tradizione è legata ad un modo di fare antico, non vuol dire che sia sbagliata; anzi, se è stata tramandata nel tempo un motivo ci sarà.

Ma è giusto che anche l’uomo abbia un corredo, non deve averlo solo la donna.

Non è più come nel passato, che la donna doveva avere un buon corredo perché non lavorava e l’uomo, in quanto lavoratore, non aveva alcun corredo. Adesso, le cose sono cambiate: sia l’uomo che la donna lavorano, così è giusto che sia l’uomo che la donna debbano avere il corredo.

Un buon corredo non deve necessariamente essere molto numeroso ma deve contenere i prodotti giusti.

Secondo il nostro punto di vista, è necessario che ci siano, per quanto riguarda la biancheria da letto: tre paia di completi di lenzuola, due copriletto, una trapunta, un trapuntino, se possibile anche dei completi di lenzuola in cui la parte di sopra sia un copripiumino.

Per quanto riguarda la biancheria da bagno, nel corredo non possono mancare: un accappatoio per lei, un accappatoio per lui, due paia di asciugamani doppi per lei, due paia di asciugamani doppi per lui, degli asciugamani per gli ospiti, degli asciugamani singoli da utilizzare in caso di bisogno.

Per quanto riguarda la biancheria da cucina servono: tre tovaglie da tavola, i tovaglioli abbinati alle tre tovaglie da tavola, tre coppie di strofinacci, una coppia di tovagliette americane, un grembiule, delle presine e dei guanti da cucina.

Se i tre tipi di biancheria (biancheria da letto, biancheria da bagno e biancheria da cucina) saranno composti da prodotti di elevata qualità dureranno nel tempo, così da far evitare agli sposi di dover acquistare altri prodotti della stessa tipologia.

Inoltre, se possibile sarebbe ottimo avere anche una batteria di pentole, in quanto si tratta di un acquisto costoso; soprattutto perché le pentole devono essere di qualità, in quanto al loro interno si cucinerà il cibo che poi si andrà a mangiare.

La cosa ottima sarebbe inserire nel corredo anche degli elettrodomestici.

Le serie tv sui campioni del calcio

Il calcio, si sa, è sempre fonte di ispirazione non solo per chi lo gioca, ma per tutti!

Sono molte le serie tv ispirate ai grandi campioni del calcio e, una su tutte è davvero molto attesa: la serie che racconta la vita di Diego Armando Maradona l’indiscusso e indimenticabile campione del Napoli calcio.

La serie tv sulla vita di Diego Armando Maradona era già stata iniziata a girare nel 2018, quando il grande campione era ancora vivo.

Molte scene della serie, sono state girate ovviamente a Napoli, proprio perché è nella città partenopea che Diego Armando Maradona ha, probabilmente, vissuto i suoi anni più belli, quelli che lo hanno fatto conoscere al mondo come il ‘re’ del calcio.

Ovviamente, si pensa che anche la squadra del Napoli calcio sarà protagonista in alcune scene, non con i campioni del momento ma con attori che interpreteranno i calciatori del passato, compagni di squadra del Napoli calcio di Diego Armando Maradona.

Questa fiction, sulla vita di Diego Armando Maradona, era già molto attesa e, a pochi mesi dalla sua tragica e triste scomparsa, ancora di più si desidera di poterla guardare, per ricordare l’indimenticabile eroe del Napoli calcio.

Chi sa se la fine di questa serie si concluderà con la sua morte?

Chi sa se gli sceneggiatori cambieranno qualcosa?

Siamo tutti molto curiosi, ed attendiamo con ansia che Prime Video metta a disposizione questa attesissima serie.

Ma non solo Diego Armando Maradona è protagonista di una serie che racconta la sua vita, in questi giorni su Sky sta andando in onda “Speravo de morì prima” una serie che vede protagonista il capitano indiscusso della Roma calcio, cioè ‘er pupone’ Francesco Totti.

La serie “Speravo de morì prima” racconta gli ultimi anni di attività di Francesco Totti nella Roma calcio, fino al giorno in cui ha dato l’addio come calciatore.

Ovviamente, mentre si guardano le scene che riguardano il presente si vedono dei flashback del passato: la sua storia d’amore con Ilary Blasi (cioè sua moglie), il rapporto con la sua famiglia, l’amore per il calcio sin da piccolissimo, il giorno del suo matrimonio, la nascita dei suoi tre figli.

Insomma, è un viaggio nella vita dell’indimenticabile capitano della Roma calcio, cioè Francesco Totti.

Entrambe le serie mostreranno non solo i due campioni come calciatori, ma anche come uomini.

Si ha l’idea che la vita dei calciatori sia semplice, pieni di soldi e di belle donne, ma non è sempre così, soprattutto se le origini sono umili e per raggiungere determinati livelli i sacrifici sono stati tanti.

Guardare la serie su Diego Armando Maradona sarà come un tuffo al cuore, soprattutto adesso che il grande campione non c’è più. Attendiamo con ansia la messa in onda!

Nel frattempo, ci godiamo la serie “Speravo de morì prima” per conoscere meglio Francesco Totti, e farci anche qualche risata assieme a lui che è sempre stato un uomo estremamente simpatico!