Una pappa allegra e colorata

A partire dai 6 mesi di età, il bambino inizia a ingerire i primi cibi solidi e le prime pappe; la mamma ha quindi necessità di procurarsi un set per la pappa che sia bello e colorato, ma soprattutto pratico, semplice da pulire e sicuro per il bambino. In commercio esistono set per la pappa già pronti, coordinati e forniti di tutto il necessario: piattino, posate e bicchiere in plastica anallergica, bavaglino in silicone, tovaglietta per proteggere la tovaglia e ogni utile accessorio che possa rendere divertente e istruttivo il momento della pappa.

Molte mamme, soprattutto nel primo periodo dello svezzamento, hanno difficoltà a dare da mangiare al bambino, che per la prima volta nella sua vita si trova alle prese con cucchiai e forchette, sicuramente meno comodi del biberon o del seno della mamma. Per rendere meno difficoltoso questo momento di passaggio, i set per la pappa sono realizzati in tonalità colorate e forme geometriche simpatiche e curiose, che stimolano la fantasia e il senso cromatico del neonato.

obibo-bavaglia

Proprio intorno ai 4-6 mesi di età, infatti, il bambino impara a distinguere i colori e si mostra interessato soprattutto alle nuance più accese e ai contrasti forti: un set per la pappa provvisto di colori sgargianti e geometrie particolari attirerà il suo interesse, soprattutto se avrà occasione di maneggiare gli oggetti e prendere confidenza con essi.
I set per la pappa sono realizzati in plastica inerte e infrangibile, che può essere facilmente lavata in lavastoviglie e sterilizzata ed essere così sicura al 100% per il bebè. Alcuni set sono realizzati in moderna melamina, materiale plastico che permette la realizzazione di simpatici motivi; ne esistono anche in plastica riciclata e plastica vegetale, oppure nella più classica porcellana.
Anche i bavaglini in silicone possono essere lavati e sterilizzati senza tuttavia rilasciare i colori, mantenendosi nel tempo come se fossero nuovi. Il bavaglino, essenziale per evitare macchie e umidità sugli abiti del neonato, può diventare anch’esso una sorta di “rito” della pappa, per un felice e spensierato momento di condivisione tra mamma e bambino.

Consigli per scegliere il corriere giusto

Il mondo si evolve e con lui la tecnologia, che ci aiuta e ci supporta in qualsiasi ambito. Grazie al web, infatti, da qualche tempo è possibile spedire i pacchi direttamente online, in modo semplice e veloce, avendo la certezza della consegna al destinatario.

Le spedizioni non sono mai state così semplici: quasi tutti i corrieri tradizionali e più conosciuti propongono questo servizio ma, a loro, si affiancano anche nuove società che si sono specializzate nella spedizione online e che offrono prezzi concorrenziali e tempistiche lampo per le spedizioni in Italia e per le spedizioni internazionali.
Ma come scegliere il corriere giusto? Innanzitutto bisogna controllare l’affidabilità dello spedizioniere e, per questo, è importante cercare su internet i feedback: sono tanti i siti che recensiscono prodotti e servizi e non mancano i commenti sui corrieri postali. Solitamente, almeno in Italia, si ha un grado di affidabilità pari al 90%, con qualche ritardo sulla consegna, ma in generale tutti i pacchi arrivano a destinazione.


Diverso è il caso dell’estero: specialmente quando ci si affida a spedizionieri sconosciuti, di cui non si ha traccia sul web di altri utenti che ne hanno fatto uso, bisogna tenere sempre alta l’attenzione.
In particolare, facendo un discorso generale per tutti i corrieri che operano online, bisogna controllare se altri utenti segnalano difficoltà nel tracciare il pacco: in quel caso è meglio affidarsi ad altri, il web è pieno di possibilità e con una semplice ricerca so Google si possono trovare valide alternative.
Detto ciò, bisogna valutare le proprie necessità: alcuni corrieri per ridurre il prezzo della spedizione non prevedono il ritiro dei pacchi su appuntamento. Viene fornito esclusivamente il giorno in cui il corriere si presenterà ma non l’ora: questo metodo va bene per chi sa di potersi organizzare la giornata e di non avere impegni, ma chi lavora o ha altri impegni e non può permettersi di aspettare un’intera giornata, ha la possibilità di optare per la consegna su appuntamento.
Nei siti dei corrieri trovate tutte le specifiche e le caratteristiche dei servizi offerti dai singoli spedizionieri, con tariffe e offerte su misura pensate per i privati che spediscono occasionalmente e per le aziende che, invece, spediscono spesso e necessitano di contratti su base quantitativa.
Il web è un ottimo alleato per trovare il giusto corriere a cui affidare le proprie spedizioni.

Cosa conosci della certificazione energetica?

La certificazione energetica è un prezioso strumento che consente di capire quanto un’abitazione è prestante dal punto di vista energetico, vale a dire quanto calore è in grado di trattenere attraverso murature, pavimenti e soffitti e quanto sono efficienti gli impianti in essa presenti. Tutto ciò si traduce, in termini economici, in un indice che consente di stimare quanto bisognerà spendere per il riscaldamento invernale ed il raffrescamento estivo per raggiungere le condizioni di comfort interno e quanto si pagherà per la produzione di acqua calda sanitaria. In più, per i più sensibili alla questione della sostenibilità ambientale, si potrà anche comprendere se l’abitazione utilizza o meno energia da fonti rinnovabili ed in che percentuali. Secondo le leggi italiane, l’Attestato di Prestazione Energetica – così si chiama il documento ufficiale – dovrà accompagnare ogni compravendita o locazione di immobili e dovrà essere resa disponibile al compratore o al locatario dell’abitazione. La certificazione energetica Milano ha validità decennale e dovrà essere rinnovato ogni qualvolta si effettuino delle manutenzioni straordinarie sull’involucro edilizio, sugli infissi o sugli impianti.
house, Christmas, new Year, Christmas Eve
I soggetti preposti alla certificazione energetica sono tecnici professionisti (come architetti, ingegneri o geometri) iscritti ai relativi ordini professionali. Questi, una volta ricevuto l’incarico, procederanno con un rilievo accurato dell’abitazione, in modo da comprendere la precisa stratigrafia delle murature e degli orizzontamenti, l’efficienza degli infissi, la tipologia degli impianti ed ogni altra informazione utile per una corretta analisi energetica. Perché la certificazione sia valida, è necessario che sia accompagnata dal libretto d’uso e manutenzione della caldaia, di cui ciascuno deve dotarsi e su cui vanno annotate tutte le manutenzioni. Per quanto concerne i costi, questi variano considerevolmente in funzione della superficie dell’appartamento e della complessità del caso di studio, oltre che dell’andamento locale del mercato di settore, ma generalmente vanno dai 150 euro ai 300 euro. Affinché la certificazione energetica sia rispondente alla realtà, è indispensabile che il tecnico incaricato effettui un approfondito sopralluogo. Sull’attestato di prestazione energetica finale sarà indicata la classe energetica dell’abitazione. L’efficienza energetica dell’abitazione migliora man mano che si va dalla classe “G” alla classe “A”.

Smartphone xiaomi leggeri e funzionali

Da qualche tempo a questa parte, per entrare nel mondo degli smartphone di alta fascia, non è più necessario bussare alla porta delle solite grandi marche, come Samsung, Apple, Nokia e HTC. L’azienda cinese Xiaomi, infatti, produce cellulari di ultima generazione dotati di caratteristiche eccelse, praticando prezzi decisamente più bassi rispetto a quelli applicati dalle principali concorrenti.

Sono diversi gli smartphone Xiaomi. Uno dei più performanti è il Mi4i, il quale vanta un display touchcreen da 5 pollici con risoluzione di 1080p, un processore octa-core, 3 GB di RAM e una GPU Adreno 405. Il cellulare dispone, inoltre, di una doppia fotocamera, con la posteriore in grado di registrare filmati nel formato Ultra HD, e con l’anteriore sviluppata per scattare ‘selfie’ di grande qualità. Tali componenti rendono il dispositivo altamente prestazionale e in grado di supportare la visione di video in alta definizione e di riprodurre videogiochi di ultima uscita, grazie anche alla presenza del nuovo sistema operativo di Android, il celebre Lollipop 5.0.

xiaomi-redmi

E nonostante l’elevata dimensione del display, lo Xiaomi Mi4i ha un peso di soli 149 grammi, aspetto che rende il prodotto maneggevole e leggero. Naturalmente presenti gli ultimi standard legati alla connettività, come il WiFi, il Bluetooth e il sensore GPS. La memoria interna può avere capacità variabili tra i 16 e i 64 GB.
Per chi ama i display più ampi, Xiaomi mette a disposizione il Mi Note, composto da un monitor da ben 5,7 pollici con risoluzione in Full HD, da un processore quad-core da 2,5 GHz, da 3 GB di RAM e dalla doppia fotocamera, per registrare video in alta definizione e per scattare foto dai colori brillanti e intensi. Il prodotto dispone di una memoria integrata da 16 GB e di uno slot per l’inserimento di schede di tipo microSD. Non mancano, come nel modello precedente, i vari moduli come il WiFi, il GPS, Bluetooth, oltre alla compatibilità con lo standard LTE/4G.
In conclusione, gli smartphone Xiaomi costituiscono una soluzione eccellente per coloro che necessitano di uno smartphone ad altre prestazioni e che non intendono spendere cifre elevatissime, contando su un’elevata qualità costruttiva, su funzionalità all’avanguardia e su un’eccellente maneggevolezza.

Intimo donna le ultime tendenze

La lingerie è una sirena che attrae tutte le donne: pizi, merletti, tessuti leggeri e soffici sono i compagni ideali per qualsiasi momento della giornata. Ma quali sono le ultime tendenze per l’intimo donna?
Le ultime tendenze vedono una grande presenza di pizzi e di materiali impalpabili che si uniscono a tessuti morbidi e perfetti per tutto il giorno. Modelli confortevoli, soprattutto a balconcino, rappresentano i capi must per la stagione in arrivo.
Tra i grandi ritorni nella moda intimo donna, inoltre, troviamo i reggicalze, elementi imprescindibili nelle fantasie erotiche di tutti gli uomini, che tornano protagonisti nelle collezioni Lepel. In pizzo o semplici, questi oggetti del desiderio non sono solo perfetti per alzare l’atmosfera ma anche per un abbigliamento formale per il giorno, soprattutto nei modelli moderni di grande comodità.
intimo-femminile-vetrina
Analizzando pezzo per pezzo gli elementi dell’intimo femminile, notiamo come i perizoma string siano tornati di gran voga dopo un periodo di prevalenza di slip più ridotti. Si tratta di una scelta che emerge chiara dalle scelte delle case di intimo che nei loro cataloghi danno la prioria a questi modelli ma non solo, perché anche le culottes stanno riprendendo quota dopo un periodo di latitanza nella maggior parte delle collezioni dei migliori brand.
I reggiseni a balconcino, come detto, sono quelli che stanno avendo maggiore successo e che stanno dettando le tendenze di moda nell’intimo ma molte case di moda come Infiore, per esempio, stanno presentando reggiseni innovativi capaci di sostenere senza ferretto, delicati e raffinati, adatti in tutte le occasioni.
Non mancano nemmeno i coordinati tra le ultime tendenze, splendide canottiere che si abbinano a slip e reggiseni per sentirsi perfette in ogni occasione.
Queste sono le ultime tendenze dell’intimo femminile, ma chi ha detto che per acquistare è necessario utilizzare il proprio tempo nei negozi? Grazie a internet e all’e-commerce, infatti, i principali brand dell’intimo permettono di effettuare acquisti comodamente da casa dai propri store oppure si affidano a negozi virtuali affiliati. Oltre a questo, non mancano i negozi multi brand in cui trovare qualsiasi capo intimo di qualsiasi marca, scegliendo tra un vasto catalogo: bastano pochi minuti per concludere l’ordine e ricevere a casa in poco tempo i propri acquisti.

Amare uno sport estremo

Descrivere le emozioni che si provano durante la pratica di uno sport estremo è decisamente complicato, ma con un pizzico di immaginazione è possibile rendersi conto dei brividi percepibili quando ci si cimenta in tali sport. Tra questi vi è il Bungee Jumping, considerato tra le pratiche più estreme in assoluto. Il Bungee Jumping consiste nel lanciarsi nel vuoto da un ponte, da una piattaforma o da una diga, assicurati da un robusto elastico, il quale viene fissato nelle caviglie del ‘saltatore’.

Il lancio
La prima emozione viene provata durante la preparazione al lancio, quando si realizza che entro pochi secondi si verrà catapultati nel vuoto. Subito dopo il lancio, la sensazione provata equivale a una caduta libera, in cui si raggiunge una velocità che sfiora i 100 chilometri orari. Successivamente entra in funzione l’elastico, che inizialmente consente di allungare dolcemente la corsa, quasi cullando il saltatore. Arrivati a fondo corsa, l’elastico provoca una serie di rimbalzi estremamente adrenalinici, i quali scaturiscono dall’energia cinetica precedentemente accumulata. I rimbalzi diminuiscono gradualmente d’intensità, fino a lasciare il praticante a testa in giù per alcuni secondi, in cui è possibile ammirare il panorama e godere di una sensazione rilassante ed eccitante allo stesso tempo. Il lancio termina con la discesa a terra, eseguita attraverso un sistema dotato di motore elettrico.

SAUT A L'ELASTIQUE

Dove praticare il bungee jumping in Italia:
Sono varie le postazioni fisse presenti in Italia in cui poter praticare il Bungee Jumping. Tra le più importanti vi sono quelle di Vicenza, di Catania, di Imperia, di Terni, di Biella, di Jesolo, di Torino e di Roma. Per praticare il Bungee Jumping non sono richieste particolari abilità fisiche, ma è necessaria l’assenza di patologie cardiache e di altre problematiche che potrebbero causare problemi al praticante.
Per effettuare il lancio si consiglia di rivolgersi esclusivamente a strutture certificate dal SISE, ovvero lo Standard Italiano Sport con Elastici, poiché all’interno dei centri riconosciuti, il salto viene eseguito nella massima sicurezza e con l’utilizzo di attrezzature della migliore qualità possibile. Il costo di un lancio può variare tra gli 80 e i 150 euro.

Novità moda scegli lo stile giusto

Il sole comincia a nascondersi dietro le nubi, le temperature a raffrescarsi, i ricordi di mare e di giochi in spiaggia a sbaidirsi sempre più. Non c’è dubbio, l’estante è andata e la stagione autunnale si fa prepotentemente largo. E’ quindi tempo di riportare i nostri bambini tra i banchi di scuola. Ed il loro guardaroba è a posto? Ci sono i capi giusti per intraprendere al meglio il nuovo anno con i compagni? Sull’e-shop de Il Gufo si può trovare una vasta gamma di proposte per l’abbigliamento neonato online, proposte fatte di abiti alla moda che guardano allo stile ma anche alla comodità, realizzati con materiali di alta qualità.
baby
Essì, perchè è vero, i bambini vanno vestiti da bambini. Ma questo non vuol dire rinunciare a capi sfiziosi. La collezione autunno-inverno per le bambine è estremamente femminile: linee morbide disegnate sui vestiti in jersey, gonne vaporose in taffetas, dettagli e decori dolci e raffinati in lana – materiale invernale per eccellenza – ma anche jeans skinny in tradizionale denim e giacche in felpa. Tutti capi caldi e comodi per la scuola, ma anche per tutte le attività extrascolastiche a cui i nostri bambini partecipano. I colori prediletti, che diventano veri e propri must, sono il blu e, re dell’inverno, il grigio. Da questi si stacca il rosso, molto presente nella collezione autunno-inverno per bambine e che riporta le nostre menti al familiare periodo natalizio. Nella collezione per maschietti, invece, un’altra è la tinta assolutamente presente: il color cammello. Lo si ritrova, sempre unito ai colori must dell’inverno, sia a disegnare dei caldi e morbidi maglioncini in misto cashmere che su pantaloni dalle linee molto giovani. Una linea di assoluto valore, come di valore è il brand che la produce. E, per concludere, consiglio di dare un’occhiata alla linea di calzature, ricca di modelli comodi e di ottima fattura. Io personalmente mi sono letteralmente innamorata delle ballerine modello mary jane in morbidissima pelle rossa, che quest’anno non mancheranno nel guardaroba della mia bambina.